18Nov/16

Prima indagine sulle Professioni Tecniche in Italia

Prima indagine sulle Professioni Tecniche in Italia

Gentile iscritto,

la Rete delle Professioni Tecniche, in collaborazione con il Cresme, sta realizzando un’indagine sulla condizione e sul ruolo strategico svolto dalle professioni tecniche nell’economia italiana. L’indagine rappresenta un prezioso punto di partenza per meglio comprendere la realtà professionale a livello locale e nazionale, ragionare sulle condizioni del nostro mestiere e sulle politiche da adottare al fine di sostenere l’impegno e il lavoro dei professionisti che operano nel nostro Paese.

Il questionario può essere completato in un tempo ragionevole (circa 10-15 minuti). L’indagine si svolge on line, in maniera del tutto anonima, con la possibilità di compilazione in diversi momenti; basterà collegarsi al sito http://rpt.questionario.cresme.it/ per accedere alla piattaforma di raccolta dati; il questionario è già on line e pronto per la compilazione. Una volta aperta la pagina il sistema assegnerà un codice univoco personale che, garantendo il totale anonimato, darà la possibilità di accedere alle informazioni già inserite e completare il questionario in tempi diversi.

La partecipazione al sondaggio è aperta a tutti i professionisti iscritti agli Ordini o ai Collegi professionali aderenti alla Rete delle Professioni Tecniche. I risultati che si otterranno contribuiranno alla definizione di un report nazionale dedicato alle professioni tecniche. Risulta fondamentale la vostra collaborazione; più risposte avremo più la sintesi sarà ricca e utile.

La ringraziamo vivamente per la sua collaborazione.

24Ott/16

“Ecomondo” XX^ Fiera Internazionale del Recupero di Materia ed Energia dello Sviluppo Sostenibile

locandina

Rimini Fiera dal 8 al 11 Novembre

Convegno Nazionale sulla prevenzione incendi venerdì 11 Novembre alle ore 14,15 nella sala “Neri 2” – Hall Sud – Ingresso principale, della nuova Fiera di Rimini.

Questo evento di aggiornamento per il quale è prevista l’assegnazione dei crediti formativi nel rispetto del Regolamento Nazionale di formazione continua, e inoltre titolo di frequenza di 3 ore per l’aggiornamento previsto (40 ore in 5 anni – art. 7 del D.M. 5 Agosto 2011) per coloro che intendono mantenere l’iscrizione negli elenchi del Ministero dell’Interno ex Legge 818/84